Video virale vs Video di valore,quale dei due ti farà guadagnare di più?

Video virale vs Video di valore

Video virale vs Video di valore

Ogni giorno ci sono aziende che buttano nel water un sacco di soldi provando a creare video virali senza sapere cosa sono.

 

Quindi partiamo con la definizione:

I VIDEO VIRALI

Sono quei video che girano su internet i quali ottengono milioni di visualizzazioni, migliaia di condivisioni, commenti e mi piace; la viralità è la conseguenza del video, non la metodologia con cui è stato pensato e realizzato.

 

Chi offre il servizio “creazione video virali“ è un truffatore

perché mistifica completamente il significato del termine.

 

Se ti imbatterai in persone che ti garantiscono tantissime visualizzazioni,commenti e condivisioni, allora non avranno problemi ad accettare la tua condizione,cioè esser pagati solo a risultato raggiunto; se rifiuteranno è la prova definitiva delle loro intenzioni truffaldine.

 

Attenzione sia Facebook che su youtube si possono falsificare il numero delle visualizzazioni,delle persone raggiunte,e delle condivisioni.

 

Infine,ammesso che il presunto video “virale” ottenga tante visualizzazioni vere,esse sono inutili se non convertono gli utenti in clienti paganti, o se non entrano nel tuo funnel.

 

I PROBLEMI GENERATI DAI VIDEO VIRALI

Nel migliore dei casi il video ottiene tante visualizzazioni da un pubblico generalista, non da una nicchia; quest’ultima in quanto tale non genera numeri alti.

Il marketing strategico ci insegna che è saggio rivolgersi ad una nicchia specifica di consumatore, non a cani e porci.

Fatta questa premessa e considerando l’ipotesi che tu ti rivolga comunque ad un target numericamente ampio, la domanda resta la stessa : sei sicuro che sarà il video virale ti farà guadagnare di più?

Tu ovviamente vendi un prodotto o un servizio, il tuo video marketing deve avere lo scopo di far percepire la differenza tra la tua soluzione e quella dei tuoi concorrenti, diretti o indiretti.

Un video realizzato al fine di essere virale,e quindi pensato per far sì che possa piacere ad un pubblico generalista,quasi mai comunica con chiarezza la soluzione ad un problema specifico non ancora risolto.

Un altro problema generato dai video virali è che questi smettono di circolare su internet molto presto, il tipico quarto d’ora di notorietà.

Infine la viralità in genere sì colloca su Facebook dove la gente ha la possibilità di condividere il video o taggare propri amici,non su youtube; dunque non comprende la domanda consapevole che si manifesta quando il potenziale cliente cerca su google.

 

QUALE TIPOLOGIA DI VIDEO UTILIZZARE?

Ovviamente quello formativo-informativo-educativo, che possiamo anche chiamare ”video di valore”.

Questo risolve un sacco di problemi:

  • È molto più economico, poiché sei quasi totalmente autonomo (ti basta un cellulare o una webcam),rispetto al video presunto virale che avrebbe coinvolto case di produzione o videomaker creativi
  • È evergreen, quindi non è soggetto alla moda del momento
  • Risolve un problema specifico del tuo potenziale cliente, il quale vuole recuperare delle informazioni per farsi un’idea sull’argomento
  • Intercetta anche la domanda consapevole
  • È realizzato da una persona competente che si rivolge ad una nicchia interessata.

Video virale vs Video di valore  Video virale vs Video di valore Video virale vs Video di valore Video virale vs Video di valore Video virale vs Video di valore