Sfondo nei video : Perché tutti usano la libreria ?

SFONDO VIDEO – PERCHÉ TUTTI USANO LA LIBRERIA ?

Questa dinamica è una delle piaghe dei creatori dei contenuti. È  una tecnica che arriva dal mondo telelvisivo.

In tv ancora oggi si è abituati a collegarsi a distanza con l’intellettuale di turno, che per far vedere che è una persona studiosa mostra la libreria di casa sua o del suo ufficio.

Nel contesto televisivo questa strategia ha senso, perché la TV genera autorevolezza ; quindi è uno sfondo coerente all’obiettivo della presenza televisiva. 

Ma sui social, soprattutto se si opera in un settore tecnico, non legato ai libri, quello sfondo non ha alcun senso.

Stiamo parlando soltanto di un volgare scimmiottamento della dinamica televisiva senza strategia di comunicazione.

Questo accorgimento tecnico è stato importato in maniera massiccia sui social da un noto personaggio che parla di comunicazione e marketing ; è diventato famoso per diversi motivi che non sto qui ad elencare, ma cani e porci lo copiano proprio su questo dettaglio.

Tale soggetto non a caso proviene dal mondo televisivo, quindi mette come sfondo nei suoi video esattamente quello che era solito applicare in tv.

Tutti quelli che applicano lo sfondo della libreria non fanno altro che pubblicizzare questo noto personaggio ;  affermando di conseguenza di non essere in grado di creare un format proprio, soprattutto adatto alle proprie necessità.

Vedo professionisti di determinati settori, ben lontani dal mondo cartaceo, applicare lo sfondo della libreria perchè vogliono far vedere che sono preparati, che hanno studiato, che leggono…ma lo sfondo è incoerente rispetto al settore che divulgano. 

Qui entriamo inevitabilmente a come usare gli sfondi nei video per motivi strategici ;  l’utente che si ritrova il video davanti… in mezzo secondo deve capire il settore. 

Lo sfondo ha esattamente questo scopo, far capire il settore nel quale si opera.

Utilizzare uno sfondo sbagliato, in questo caso quello della libreria, per motivi di ego, invidia, e scimmiottamento,  non renderà chiara la propria comunicazione visiva.