Processo di visione : come ridurre del 50% il tempo dedicato al tuo video marketing per acquisire clienti

Processo di visione come dimezzare il tempo dedicato al videomarketing

Processo di visione come dimezzare il tempo dedicato al videomarketing

Spesso chi decide di utilizzare i video si concentra su dettagli inutili che fanno perdere un sacco di tempo.

Questa trappola è piazzata da presunti esperti di video o di comunicazione, che consigliano al povero malcapitato accorgimenti che non portano risultati.

Ecco alcuni esempi di accorgimenti che puoi tranquillamente trascurare:

  • sottotitoli nei tuoi video di YouTube o Facebook
  • creazione di playlist o sezioni in base all’argomento dei tuoi video

Perché sono dettagli inutili per il tuo videomarketing? 

I web marketer giustamente parlano di processo d’acquisto,cioè il percorso che fa l’utente prima di acquistare il tuo prodotto o servizio.

Prendendo spunto da questo ho elaborato…

 

IL PROCESSO DI VISIONE

In che modo gli utenti trovano i tuoi video? e soprattutto,come ne usufruiscono?

Ci sono tre scenari principali

 

SCENARIO 1

Le persone cercano su Google o su Youtube determinate frasi o parole trovando i tuoi video.

SCENARIO 2

Le persone si intrattengono su Facebook e si imbattono nel tuo video 

(poiché intercettati dalla tua campagna pubblicitaria o grazie alla condivisione di un loro contatto)

SCENARIO 3

Hai raccolto nel tempo le email delle persone interessate alla tua attività, quindi le tieni aggiornate inviando loro contenuti video.

 

Cosa hanno in comune questi tre scenari ?  

l’utente usufruisce di contenuti video in maniera molto semplice, senza prendere visione di eventuali accorgimenti inutili ed eccessivi. 

Quando una persona cerca su google e trova il tuo video, vi clicca se questo lo può aiutare, se il titolo lo convince .

Google non mostrerà accorgimenti da pignolo come i sottotitoli,o il fatto che il video è stato inserito all’interno di una playlist.

 

Discorso simile per le email, la persona si è iscritta ai tuoi aggiornamenti di posta elettronica perché è interessata.

Quando riceverà un tuo video deciderà se riprodurlo  o meno in base a quanto può essergli utile,non se conterrà accorgimenti maniacali che tanto prima di cliccare non vede.

 

CONOSCI IL TUO PUBBLICO?

Sembra una banalità ma in base a ciò saprai le sue abitudini, come usufruirà dei tuoi video:

Se parli ad un pubblico avanti con l’età che non ha un account YouTube, e che non sa come ci si iscrive, è molto probabile che utilizzi giusto Google e l’email ; quindi il tuo focus sarà sul farti trovare tramite parole chiave. 

 

Se invece,sia se il tuo prodotto risponde alla domanda latente, sia se il tuo pubblico utilizza Facebook, è scontato dire che il tuo focus sarà su questo social network.

 

Morale della favola evita di buttare tempo in accorgimenti eccessivi e focalizzati su quel 20% che genera l’80% dei risultati.

 

Processo di visione come dimezzare il tempo dedicato al videomarketing Processo di visione come dimezzare il tempo dedicato al videomarketing Processo di visione come dimezzare il tempo dedicato al videomarketing Processo di visione come dimezzare il tempo dedicato al videomarketing Processo di visione come dimezzare il tempo dedicato al videomarketing