La pagina facebook militare che senza videomarketing rinuncia all’esplosione di soldi.

militare

pagina facebook militare

Da tempo seguo una pagina Facebook sul mondo militare,tanti video,tanti,numeri ma zero business.

POTENZIALITÀ

Per passione sull’argomento,i gestori della pagina sono soliti pubblicare contenuti video che vedono protagonisti poliziotti e criminali.

Sottolineano come si potrebbe abbattere la minaccia in maniera più efficace,e con minor rischio, spiegando tecniche e tattiche.

I video che recuperano dal web sono interessanti soprattutto per il punto l’analisi scritta che li accompagna; essa invece è inesistente su youtube,dove i medesimi video si possono reperire in maniera non organizzata e dispersiva.

Hanno avuto la brillante idea di accorpare e rendere facilmente reperibili i migliori contenuti sull’argomento; ne esistono migliaia su youtube, quindi una fonte infinita da cui attingere.

Questa pagina vanta oltre 60mila mi piace,cioè una comunità enorme; purtroppo chi la gestisce non vi sta costruendo un’attività commerciale.

Quando si ha un pubblico così numeroso l’80% del lavoro è fatto, bisogna ”solo” costruire un modello business adatto e scalabile.

POSSIBILI BUSINESS

Con una community così grande si può fare quel che si vuole,soprattutto grazie all’utilizzo dei video, ecco alcuni esempi:

  1. Affiliazione Amazon, ovvero pubblicare link di prodotti di Amazon da cui percepire una percentuale quando gli utenti acquistano. Si può solo guadagnare senza spendere.
  2. Affiliazione Amazon con i video : recensire i prodotti con dei video e lasciare che l’utente compri tramite i link. 
  3. Creare il proprio sito e-commerce (che non è altro che un’intermediario con Amazon) da cui si crea un margine di guadagno maggiore.
  4. Far realizzare da un terzista dei prodotti con il proprio marchio e venderli in pagina
  5. Creare un video-corso non solo per appassionati,ma per formare/migliorare agenti di sicurezza privata e vendere il servizio per le attività commerciali o per le attività di sicurezza.

 

Uno dei gestori della pagina facebook mi ha comunicato che avrebbero l’idea di vendere qualche maglietta con il proprio logo,oppure cercare sponsor.

In entrambi i casi non va bene.

MAGLIETTA

il vestito (scarpe escluse) è il prodotto più difficile da vendere online,poiché non si può provare prima dell’acquisto,quindi la gente è diffidente perché teme di buttar soldi.

La maglietta non può essere utilizzata in tutte le stagioni.

Vorrebbero produrre qualcosa senza aver provato a vendere altro prima, senza aver indagato sull’interesse del proprio pubblico,ecc.

Purtroppo molte pagine facebook cadono in questa trappola; si ritrovano numeri grossi,una community, ma non sapendo cosa vendere si inventano la maglietta, facile da fare ma difficile da vendere.

SPONSOR

Questo vuole qualcosa in cambio, se spende per pubblicità pretende giustamente dei ritorni notevoli (è il motivo della crisi della tv, tanta visibilità che non porta risultati). 

Non si ha il controllo, magari non è affidabile, vende fuffa,ecc.

Ricapitolando

Avere una community già formata in un settore in cui si è diventati leader,corrisponde all’80% del lavoro.

Grazie ai video (contenuto che ti permetterà di raggiungere la maggior parte di chi già ti segue) puoi costruire un modello di business molto redditizio. 

militare militare militare militare