IMMAGINI ANTEPRIMA VIDEO SU FACEBOOK – PERCHÈ NO?

IMMAGINI ANTEPRIMA VIDEO SU FACEBOOK: PERCHÈ NO?

Le immagini di anteprima, per quanto riguarda i video su YouTube, sono largamente utilizzate: si tratta di un ottimo metodo per dare immediatamente un’idea del contenuto offerto.

Facebook è però una piattaforma estremamente diversa e, questo espediente, non risulta altrettanto funzionale: anzi, sotto diversi punti di vista, può essere considerato una vera e propria perdita di tempo.

 

COME SI COMPORTA UN UTENTE DI FACEBOOK QUANDO GUARDA UN VIDEO?

 

Mettiti nei panni di un qualunque utente Facebook: stai navigando, vedi un video con un’immagine di anteprima… ma dopo qualche frazione di secondo, questa sparisce perché il filmato si è già avviato.

Anche se il creatore del video ha preparato un’immagine di anteprima, magari contenente del testo o comunque del contenuto interessante, non hai il tempo materiale per poterlo leggere e comprendere.

La riproduzione automatica di Facebook infatti, comincia quasi immediatamente dopo il caricamento della pagina, rendendo praticamente impossibile per il tuo occhio recepire l’immagine di anteprima.

Quindi che senso ha spendere tempo prezioso per preparare un’immagine per una visibilità pressoché nulla?

E SE L’UTENTE VISITA LA GALLERIA VIDEO?

Facebook propone una galleria con tutti i video pubblicati sul profilo, gruppo o pagina.

In tal caso, l’immagine di anteprima potrebbe avere un senso.

Peccato che siano davvero pochi gli utenti di questo social a visitare le gallerie video.

La maggior parte d’iscritti a Facebook infatti, dopo aver messo il fatidico ‘’mi piace’’ alla pagina, non ha voglia di visitare la sezione video.

Il miglior modo per poter promuovere video presenti nella galleria è condividerli.

Riproporre contenuti audiovisivi sui social può essere un’ottima soluzione per dare visibilità a video pubblicati in passato; che quindi non sono stati ancora visti dai chi ha iniziato a seguirti da poco.

Generalmente gli utenti assumono un atteggiamento piuttosto passivo su Facebook, e danno per scontato che sia tu a stuzzicare la loro attenzione condividendo ciò che è precedentemente passato inosservato.