Il furto dei videomaker creativi che non vogliono tu sappia (e come evitarlo)

il furto

furto

Vuoi sapere in cosa consiste il furto dei videomaker creativi?

Sono tutte quelle informazioni che ogni vero imprenditore dovrebbe sapere, ma che non conosce perché non è il suo campo; spesso ha informazioni vaghe, confuse se non addirittura completamente sbagliate.

È difficile capire come ragionano i videomaker e secondo quali criteri fanno i preventivi.

Per questo motivo,ho deciso di raccontarti la verità.

I videomaker creativi ti comunicano il loro preventivo in base a questi parametri:

  • ore di lavoro
  • valutazione soggettiva del valore delle proprie competenze
  • costo dell’attrezzatura

Il furto che non vogliono tu sappia

Per fare il videomaker serve la videocamera,giusto?

Il problema è che esistono migliaia di modelli di videocamere,si parte partono da un valore di 50 euro a oltre 50mila euro.

Puoi immaginare che più la videocamera è costosa più il preventivo sarà alto,è qui che si cela l’inganno.

Inoltre tu non sai se l’attrezzatura del videomaker è eccessiva per ciò che ti serve; rischieresti di pagare troppo per un risultato finale che si sarebbe potuto ottenere con attrezzatura più economica ma altrettanto professionale,ed efficace,più che sufficiente per le tue esigenze.

‘’ ma io come faccio a sapere se l’attrezzatura del videomaker costa troppo o troppo poco ? se mi sta fregando? ‘’

Un’ottima videocamera per qualsiasi tipologia di riprese (interviste,reportage,interventi relatori,ecc.) è la Panasonic AG AC 90 , il cui costo è di circa 1500 euro nuova(un videomaker può acquistare anche di seconda mano).

videocamera per fare i video

Se mai dovrai chiedere un preventivo ad un videomaker fatti comunicare,fingendo curiosità, il modello della sua videocamera; se costa più di 1000 euro non solo è eccessiva, ma sta scaricando il costo su di te.

Molti videomaker hanno acquistato videocamere del valore di oltre 5000 euro

In quanto creativi e privi di una mentalità imprenditoriale, sono schiavi della qualità ‘’cinematografica’’ che non serve per il tuo videomarketing; col senno di poi si rendono conto di aver speso troppo e fanno preventivi assolutamente sconvenienti per recuperare la spesa. 

Oltre alla videocamera è chiaro che al videomaker servono altre attrezzature:

  • microfoni
  • 2 o 3 batterie (più caricabatterie) di riserva per la videocamera
  • schede di memoria da inserire nella videocamera per salvare le riprese
  • treppiede/cavalletto per la videocamera

Per un valore massimo di 3000 euro per tutto, se il videomaker a cui ti rivolgerai ha delle attrezzature che complessivamente costano di più, allora ti sta fregando, vuole solo usarti per recuperare i soldi dei suoi investimenti sbagliati.

Sappi che egli può noleggiare attrezzatura specifica per pochi giorni,spendendo appena qualche decina di euro.

Poi c’è la questione tempo,e includendo già il valore dell’attrezzatura:

  • se il videomaker deve registrare con videocamera fissa (quindi non deve andare in giro all’interno della location per fare riprese varie)
  • considerando che non ti aiuta (poiché ‘’creativo’’) sulla parte marketing

Il suo tempo non vale più di 50 euro l’ora per le riprese, più un eventuale extra per il montaggio (che in caso di videocamera fissa è minimo) che comprende anche il caricamento online affinché tu possa scaricare il video.

Un computer fisso più che sufficiente per salvare video costa 400-500 euro, se ha un pc più costoso è l’ennesima prova che ragiona da ‘’creativo’’ e non da imprenditore, non sa investire saggiamente, e di certo non puoi fare tu le spese della sua ignoranza.

Ho deciso di scrivere questo articolo poiché alcuni miei clienti avevano ricevuto dei preventivi di oltre 1800 euro solo per delle riprese di qualche ora con videocamera fissa, cifre che non stanno né il cielo né in terra.  

Adesso hai le informazioni che ti permettono di non cadere nella rapina dei videomaker creativi.


il furto il furto il furto il furto il furto il furto