LA STRATEGIA VIDEO DI ENRICO MENTANA

🔥Oggi ti parlo della strategia video di Enrico Mentana🔥

 

🔵MEDIASET – TG5 – MATRIX🔵

La sua prima fase di notorietà televisiva l’ha vissuta fondando il TG5, praticamente l’unico telegiornale concorrente del TG1.
 
Parliamo di un’era pre-social network,e con soli 6 canali TV, quindi enorme visibilità.
 
In seguito gli è stata data la conduzione di MATRIX, programma di approfondimento in seconda serata,sempre su Canale5.
 
Quindi molto più spazio rispetto ad un telegiornale pieno di servizi di soli 30 minuti.
 
FORSE, a seguito di pressioni di carattere politico, Mentana lasciò Mediaset.
 

🍏LA7 🍏

Ed ecco che atterrò a La7 (a quei tempi non era certo un canale importante) come direttore del telegiornale ; è stato proprio lui a risollevare gli ascolti dell’emittente.
 
Proprio a causa di questo successo, gli fu dato ulteriore spazio con sporadici programmi di approfondimento, soprattutto con il format MARATONA MENTANA.
 
Ovvero una trasmissione speciale in occasioni di fatti di cronaca molto importanti.
 
Con questo format è stato il primo a coprire una fascia oraria mai coperta da nessuno,attirando tutto quel pubblico affamato di approfondimento.
 

✅CONTROCORRENTE ✅

Ci sono altri 3 aspetti grazie ai quali Enrico Mentana ha ottenuto l’apprezzamento del pubblico.
 
🔹Il direttore che conduce un telegiornale. Mentana mostra come il ”dirigente” di livello più alto (di un tele-giornale) si ”sporca” le mani nel condurlo.Era un’abitudine anche di Emilio Fede, ma purtroppo per lui non era simpatico ed era troppo di parte.
 
🔹Il suo telegiornale ha spesso avuto problemi tecnici, rendendolo più umano, anche lui sbaglia come tutti ; quindi ci mette la faccia nonostante questi problemi.
 
🔹Spesso fa battute per sdrammatizzare, e rendere più leggera l’atmosfera. Praticamente il contrario di altri giornalisti che sono assolutamente ingessati per paura di essere meno professionali.
 
👉Per concludere :
Sicuramente Mentana ha avuto una grossa visibilità negli anni migliori della televisione Italiana, ma ha mantenuto l’attenzione su di sé grazie a capacità evidentemente indiscutibili.